La regolamentazione del gioco d’azzardo online in india

Quest’anno, a maggio, l’India è stata scossa dalla notizia riguardante l’Indian Premier League di criket: tre giocatori di una delle otto squadre partecipanti al torneo sono stati arrestati con l’accusa di avere venduto una serie di incontri. Pian piano l’indagine si è estesa ed ha anche coinvolto alcuni personaggi di spicco del jet-set indiano facendo quindi riflettere seriamente la Camera di Commercio Indiana -FICCI- sull’opportunità della regolamentazione del settore scommesse sportive. In India ogni anno le scommesse illegali fruttano ben 41 miliardi di euro.

La stessa Camera di Commercio indiana, quindi, ha sottoposto al Ministero dello Sport la proposta per la legalizzazione delle scommesse sportive che obbiettivamente muovono cifre rilevanti ed importanti. Le scommesse illegali cominciano seriamente a “contagiare” ed “allettare” anche i giocatori professionisti e questo andrebbe veramente a “toccare” le competizioni sportive nella loro trasparenza: sarebbe sicuramente un grave danno in generale ed oltretutto il sottobosco dell’illegalità che viaggia di pari passo alle scommesse illegali diventerebbe per il Governo un “affare” difficile da gestire e, sopratutto, non piacevole per l’intera comunità indiana. Invece, di contro, la regolarizzazione delle scommesse sportive porterebbe alla Nazione indiana un guadagno in tasse tra i 12.000 ed i 19.000 crore l’anno (tra 1,7 e 2,6 miliardi di euro!!!). Ecco perchè la Federation of Indian Chambers of Commerce an Industry si sta allertando con questa proposta di legalizzazione delle scommesse sportive.

This entry was posted in casino online news. Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post. Both comments and trackbacks are currently closed.